Foodblogger 2.0 alla scoperta dei prodotti piemontesi al Salone del Gusto e Terra Madre 2012

Comunicare le tipicità di eccellenza con le modalità ed i linguaggi “social” del web 2.0: ecco “Foodblogger 2.0 alla scoperta dei produttori piemontesi”, un’iniziativa a cura di Sviluppo Piemonte Turismo in collaborazione con la Regione Piemonte, nell’ambito delle attività BITEG – Borsa Internazionale del Turismo Enogastronomico, in programma al Salone del Gusto e Terra Madre 2012, a Torino.

Tra il 25 e il 29 ottobre, più di 30 foodblogger provenienti da tutta Italia e tra le più seguite del WEB, parteciperanno ad un vero e proprio “viaggio a km 0” fra i produttori subalpini presenti all’interno del Salone, accompagnate da guide d’eccezione che ne racconteranno territorio, storia ed uso in cucina. La carne pregiata della razza bovina piemontese, il tipico torrone alle nocciole di Langa, le farine macinate a pietra, come le birre artigianali, la cioccolata d’autore, i vini e molto altro verranno raccontati dagli chef Ugo Alciati, Walter Ferretto e Andrea Ribaldone, da esperti Slow Food come Leo Rieser e Paolo Vaccarino delle Condotte di Torino e Colline del Po e da giornalisti del settore come Cosimo Torlo, “Il ghiottone errante” de La Stampa-Torinosette. Ad accogliere ed accompagnare le ospiti, anche Francesca Martinengo, autrice del recentissimo libro “Fornelli in rete”, proprio dedicato alle più interessanti esperienze di foodblogging in Italia. Tutto a servizio del vasto pubblico di appassionati di cucina ed enogastronomia del web, coinvolti “in diretta” attraverso i post su Twitter, Facebook, Instagram ed, in seguito, con reportage e servizi sui blog e siti.

Un ambito prestigioso, quello del Salone del Gusto e Terra Madre, luogo ideale dove consolidare la conoscenza e l’uso dei prodotti tipici piemontesi in cucina, abbinandovi attività di informazione e coinvolgimento anche successive nel tempo. Tra queste ultime, il “contest” in cui ciascuna delle foodblogger invitate inventeranno e condivideranno una ricetta dove compaiano uno o più prodotti piemontesi conosciuti nel tour.

Comments are closed.