BITEG lancia l’edizione 2017 a Cuneo
immaginebiteg“Se gli Stati Uniti hanno la Silicon Valley, l’Italia ha la Wine&Food Valley che rappresenta una risorsa altrettanto straordinaria “ – BITEG non solo è il centro economico di questo distretto, ma rappresenta anche un nuovo approccio alle politiche del turismo, dove la sinergia tra pubblico e privato si dimostra un elemento vincente e la vera chiave per lo sviluppo”. 
Così Antonella Parigi, assessore alla Cultura e Turismo della Regione Piemonte, ha salutato i Buyer  internazionali  durante il Gala Dinner di all’albergo dell’Agenzia a Pollenzo.

Più di 1200 le  contrattazioni  discusse nelle due giornate di lavoro, che hanno visto l’incontro fra 100 operatori in arrivo dalle diverse regioni d’Italia e oltre 40 “buyer” internazionali giunti da tutta Europa, Russia e USA.

Proprio gli Stati Uniti sono stati il “Paese Ospite” di questa edizione di BITEG, accanto all’Umbria “Regione Ospite” con una propria vetrina espositiva per raccontare il territorio attraverso la sua enogastronomia e trasmettere l’energia e la passione di una terra che, nonostante tutto, non si ferma e guarda avanti.
Protagonista  la Macroregione Liguria-Piemonte-Lombardia, che attraverso le tre agenzie di promozione, In Liguria, Sviluppo Piemonte Turismo ed Explora, si è presentata agli operatori stranieri come territorio unico in grado di offrire al turista un’esperienza che dal mare conduce alle montagne, passando attraverso colline, laghi e città di grande fascino e charme.
Il maestro Gualtiero Marchesi e il ministro agli Affari Regionali Enrico Costa sono stati, invece, gli ospiti d’eccezione della suggestiva serata all’Albergo dell’Agenzia di Pollenzo.
Tanti i partner che hanno contribuito alla realizzazione di questa edizione della Borsa, tra cui il Consorzio dei produttori di vino del Roero e la CIA-Confederazione italiana agricoltori, che con le eccellenze agroalimentari dei suoi agriturismi ha sedotto il palato degli ospiti durante le giornate di lavoro al Castello Malabaila.
Chiuse le contrattazioni, gli operatori internazionali, grazie alle Agenzie Turistiche Locali piemontesi, si sono poi messi in viaggio per i tour alla scoperta del territorio: dalle colline Unesco di Langhe-Roero e Monferrato alle risaie del Novarese e Vercellese, passando per i borghi del Biellese, con i suoi castelli storici, e del Cuneese, con le sue eccellenze enogastronomiche e culturali, fino a Torino con i suoi musei, i caffè e le Residenze Reali.
“BITEG ha evidenziato in questi giorni come il turismo sia sempre di più esperienza e la strada da percorre è quella che unisce cultura, paesaggio e agricoltura – commenta Simona Rossotti, amministratore delegato di Olos Group – Per questo le sinergie avviate quest’anno con le altre Regioni saranno potenziate in vista della prossima edizione, che si svolgerà nel 2017 a fine aprile, a Cuneo”.

Comments are closed.