BITEG 2015

Si è conclusa con più di 3400 contrattazioni la XVI edizione di BITEG – Borsa Internazionale del Turismo Enogastronomico: il più importante evento italiano dedicato al settore è tornato nei giorni scorsi in Piemonte per l’ottavo anno consecutivo, ospitato dal 23 al 26 ottobre al Regina Palace di Stresa, nella splendida cornice del Lago Maggiore.

A pochi chilometri dall’Expo 70 buyer stranieri in arrivo da più di 20 Paesi del mondo hanno incontrato oltre 100 seller provenienti da tutte le regioni d’’Italia, per scoprire le tantissime proposte dedicate ai viaggiatori gourmand. Due giorni serrati di workshop b2b, che a partire da questa edizione ha visto la sinergia operativa con TTG e la partnership con “La Scuola di Stresa”, ai cui studenti è stata affidata l’accoglienza dei buyer internazionali. Poi partenza per i tour su tutto il territorio, realizzati dalla Regione Piemonte in collaborazione con le Agenzie turistiche locali: da Torino alle Colline Unesco di Langhe-Roero e Monferrato, ma anche il Cuneese, Biella e Vercelli, Novara e il Distretto dei Laghi.

“Il Piemonte è un’eccellenza all’avanguardia in questo settore e, grazie a un movimento come

Slow Food, ha contribuito a inventare l’enogastronomia italiana e a costruire un nuovo modello di concepire il cibo, con risvolti anche etici – sottolinea Antonella Parigi, assessore alla Cultura e al Turismo della Regione Piemonte – La quantità di contrattazioni che BITEG ha generato dimostra come il turismo enogastronomico trascini un comparto produttivo fondamentale e in crescita. Un turismo con una spesa media giornaliera altissima e un impatto economico importante sul nostro PIL. Senza contare che questi turisti sono anche i migliori ambasciatori dei nostri prodotti nel mondo”.